Wednesday, July 16, 2014

Beautiful homes: the Antiquarian


Every home has a story to tell and, even if it'll always treasure a lot more than we can imagine, it can reveal itself with the smallest things if we take the time to observe them.
A couple of weeks ago my friend Cécile and I attended a lovely dinner party hosted by Torino by Gnam, founders of the Vintage Breakfast Club (which I mentioned here and here) and the Laurant Perrier winehouse. The location was a beautiful antiquarian's home, so you can imagine how quickly I lost myself into each and every object, fantasising about its journey and trying to guess the relations with the other things in the apartment, like a perfect mrs Fletcher. Old ceramics, corals, vintage maps, leather suitcases worn down by time, straw hats, lithographs, silver cutlery sets and a striped wallpaper that made me feel like I was suddenly transported into a Wes Anderson movie. It felt all so charming and mysterious and, walking from one room to another I could hear stories of impromptu travels, grandmothers' chairs, forgotten chests and seashells picked up in childhood adventures. 
I wish I could have spent a whole day surrounded by that nostalgic and surreal atmosphere exchanging stories with every guest. Cécile found them all so lovely that she documented it on her blog, check it out if you're curious to see more.
*
Ogni casa racconta una storia e, nonostante racchiuda al suo interno molto più di quanto possiamo immaginare, la sua anima può svelarsi attraverso le cose più piccole, se ci regaliamo il tempo di osservarle.
Un paio di settimane fa io e la mia amica Cécile siamo state ospiti di una cena carinissima organizzata da Torino by Gnam, i papà del Vintage Breakfast Club (di cui vi ho raccontato qui e qui) e la casa vinicola Laurant Perrier. La cornice era la casa di un antiquario e potete immaginare con quanta rapidità mi sia persa in ogni singolo oggetto, immaginandone il passato e provando a ricostruirne le relazioni come una perfetta signora Fletcher. Ceramiche d'epoca, coralli, mappe antiche, valigie di pelle consumate dal tempo, cappelli di paglia, litografie, posate d'argento e quella carta da parati a righe che mi faceva quasi sentire dentro a un film di Wes Anderson. Era tutto così affascinante e misterioso e passeggiando tra una stanza e l'altra si sentivano storie di viaggi improvvisati, di poltrone della nonna, di bauli dimenticati e di conchiglie raccolte da piccoli. 
Avrei voluto trascorrere un giorno intero in quell'atmosfera nostalgica e un po' surreale e scambiare racconti con ognuno degli invitati. Cécile li ha trovati tutti così carini che ha deciso di fotografarli, se siete curiosi andate a leggere la sua storia.














Monday, June 30, 2014

Rosaspina Vintage Summer 2014


Happy summer everyone! I've been looking forward to writing this post for such a long time and today I'm very excited to finally share with you my new Rosaspina Vintage handmade collection. The past days have been gorgeously sunny and warm here in Italy, so it was pretty much the perfect excuse to pack my freshly sewn frocks and head towards the riviera. This season was inspired by a place where I used to spend my summers when I was little, a beautiful pastel hued town called Laigueglia, on the west coast of Liguria. While sketching, I just couldn't stop thinking of its pink houses, the striped wooden beach huts, the emerald water and the golden sand, and the color palette appeared before my eyes all by itself. 
As always, all garments have been handmade with love using exclusively vintage fabrics from my grandmother's stash, and I know how sweet it is to twirl in your pretty number thinking that it's either part of a very small run or a super special one of a kind. 
I was blown away by all the love you've shown with the past collections, and I hope you will enjoy this one as much. You can find all these summery frocks and more in the shop, so hop on over and do let me know which style is your favorite!
*
Buona estate a tutti! Non potete immaginare quanto abbia atteso questo momento e oggi sono felicissima di presentarvi la nuova collezione Rosaspina Vintage handmade. Le scorse settimane sono state così calde e soleggiate che ho pensato fosse l'occasione perfetta per mettere in valigia i miei vestitini freschi di macchina da cucire e fuggire al mare. L'ispirazione per questa collezione è nata da un luogo a me molto caro in cui ho trascorso gran parte delle mie estati da piccola, Laigueglia: un incantevole borgo color pastello nella riviera Ligure. Mentre disegnavo gli abiti, continuavo a pensare con nostalgia alle adorate casette rosa, le cabine di legno dipinte a righe, l'acqua color smeraldo e la sabbia dorata, e la palette di colori mi è apparsa davanti agli occhi come se fosse stata da sempre sulla mia tavolozza. Come da tradizione, ogni capo è stato confezionato a mano con cura utilizzando esclusivamente tessuti vintage dell'archivio della nonna, così quando indosserete il vostro vestitino, sarà ancora più bello pensare che faccia parte di una tiratura limitatissima, oppure che si tratti di un pezzo unico molto, molto speciale.
Spero che questa collezione vi piaccia quanto le precedenti, non finirò mai di ringraziarvi per tutto l'affetto che avete mostrato nelle ultime stagioni. Potete trovare questi abiti e molto altro nello shop online, date un'occhiata e fatemi sapere quali sono i vostri preferiti!
























design + styling: myself
photography: my husband Alf
garments: handmade with love in Italy
accessories: vintage, Ferragamo, Super sunglasses, Lurisia, Orla Kiely x Clarks, Antonella Macchia Jewelry
shot in: Laigueglia, Italy

Wednesday, June 18, 2014

Rosaspina x Vintage Breakfast Club


Remember when back in April I was raving about the Vintage Breakfast Club and its delicious strawberry crumble cakes, the antique tea sets, the freshly picked lilacs and the scrambled eggs of my dreams? Well, I completely forgot to share with you the pictures of my pop up vintage market, set up just for the occasion! The ladies loved the surprise and had so much fun playing dress up, matching the 1950s frocks with lace gloves, patent purses and cat eye sunglasses, and it was such a joy to see those old treasures having the chance of living a second life. 
This thursday the Breakfast Club turns into dinner for a special occasion and it will be hosted at an antiquarian's home, needless to say that I cannot-wait-to-visit-it. If you happen to be in Turin and want to join, drop an email to vintageclub@torinobygnam.it !
*
Vi ricordate di quando tempo fa vi raccontai del Vintage Breakfast Club e delle sue deliziose crostate di fragole, le tazzine provenzali, le torte della nonna, le signorine ben vestite, i lillà appena colti e le uova strapazzate? Ecco, mi ero completamente dimenticata di mostrarvi le foto del mercatino vintage che ho allestito a sorpresa per l'occasione! Le ragazze si sono divertite un sacco a provare gli abiti ed abbinarli alle borsette di vernice, alle spille dipinte a mano, agli occhiali anni '60 e ai guanti di pizzo, è stato come giocare con le bambole e non vedo l'ora di ripetere l'avventura la prossima colazione. 
Nel frattempo il Breakfast Club si trasforma in cena per una sola sera e giovedì 19 giugno la casa che la ospiterà sarà quella di un antiquario, inutile dirvi che sono curiosissima di visitarla. Se passate da queste parti e volete partecipare trovate tutte le informazioni su facebook oppure scrivete a vintageclub@torinobygnam.it A presto!































Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...