Sunday, December 29, 2013

Winter sale!



We're approaching the New Year so quickly and if I look back I can't help but feel incredibly thankful for all the lovely things that 2013 has brought to me, one of them being my handmade label. If someone had told me that I'd manage to squeeze two collections in my already mad job schedule, I probably would have never believed it :) So, as a special thank you for your wonderful support and enthusiasm during this adventure, please enjoy 30% off everything in the shop with the code WINTER30! Happy New Year!
*
Ci avviciniamo sempre più all'anno nuovo e, se mi guardo indietro, non posso fare a meno di sentirmi incredibilmente grata per tutte le cose splendide che il 2013 mi ha portato, una delle quali è la mia linea di abbigliamento handmade. Se qualcuno mi avesse detto che sarei riuscita ad inserire due collezioni nel mio calendario di lavoro già indaffaratissimo, probabilmente non ci avrei mai creduto :) Quindi, per ringraziarvi del vostro supporto e del meraviglioso entusiasmo che mi ha accompagnata durante quest'anno, tutti i capi dello shop online saranno scontati del 30% con il codice WINTER30! Buon Anno!

Friday, December 27, 2013

A vintage Christmas DIY


Merry Christmas! I hope you all had a beautiful time with your families and unwrapped lots of cute little presents. You can bet I'm enjoying this holiday wearing my PJs most of the time, eating pandoro with mascarpone cream and fresh berries on top (thanks mom!), watching black and white films on tv, playing board games with toasted hazelnuts on the side, getting hooked on 8-bit Nintendo all over again and making DIY decorations for our home. Lana decided to turn off all the lights on the tree by eating the electric wires as it they were licorice sticks, so this year we had to be a little more crafty than usual to restore the Christmas atmosphere in the house! Like in these photographs from the Life Magazine archives: with a bit of patience and gold dust the paper trees turned into adorable sparkly placeholders to dress up our table. Happy holidays everyone!
*
Tanti auguri! Spero abbiate passato delle splendide feste con le persone a voi più care e scartato insieme tanti bei pacchettini. Io sto trascorrendo questi giorni rigorosamente in pigiama, tra pandori affogati nella crema al mascarpone con frutti di bosco (la mamma è sempre la mamma), film della mia infanzia, giochi da tavolo con contorno di noccioline, partite 8-bit a Super Mario Bros e decorazioni fatte in casa. Lana ha deciso di spegnere definitivamente tutte le lucine del nostro albero mangiandosi i fili elettrici come fossero liquirizie e così abbiamo dovuto mettere in moto l'ingegno per creare con le nostre manine un po' di atmosfera natalizia. Come in queste fotografie che ho trovato negli archivi di Life Magazine: una spolverata di sbrilluccichini dorati e gli alberelli di cartone si sono trasformati in deliziosi segnaposto sulla nostra tavola. Buone vacanze a tutti!







10th October 1949 - photography by Al Fenn, LIFE Magazine

Friday, December 20, 2013

Fancy hair


There's a very nice place here in Turin where you can sign up for tap dancing, charleston, swing or rock'n'roll, you can play ukulele, take burlesque classes and hear hear, learn the precious art of doing vintage hair and make up like in the good old days. Before getting married a year ago, I met Marta, the wonderful lady in the check frock in the picture above. While trying fancy dos for my big day, she taught me how to make the perfect Breakfast at Tiffany's beehive, backcomb a la Brigitte Bardot, get lovely Rita Hayworth victory rolls and even tie my hair in a scarf like Rosie the Riveter would do.
Knowing myself, I kind of expected that on the morning of my wedding day I would have been doing all at the last minute panicking and going with my much safer plan b, but at least I learnt how to style my hair for a special evening or doing something simpler for a tea date with my friends. Classes prices are very affordable and styles range from the 20s to the 60s, you can find all the info on the Honky Tonk School website.
This is also the last time you'll see me with long hair, at least for a while: after much debate, yesterday I finally said goodbye to my beloved locks and chopped 12 inches off. Adieu damaged ends! Now it feels so light, healthy and very mod! Which means that I'm already looking forward to another class in january to learn even more ways to have fun with my new hair!
*
A Torino c'è una scuola carinissima in cui non solo si ballano il tip tap, lo swing, il charleston e il rock'n roll, si suona l'ukulele e si insegna il burlesque, ma si impara anche la preziosa arte perduta del truccarsi e pettinarsi come si faceva una volta. Prima di sposarmi un anno e mezzo fa, ho conosciuto Marta, la signorina in abito vintage nella foto qui sopra, che mi ha spiegato come acconciare i miei capelli in un perfetto beehive alla Audrey Hepburn, a cotonarli come faceva Brigitte Bardot, a fare i victory rolls alla Rita Hayworth e persino a legarli con un foulard come le donne americane che lavoravano nelle fabbriche nella seconda guerra mondiale. Conoscendomi, avevo previsto che la mattina del mio matrimonio invece avrei fatto tutto di corsa in perfetto stile Ale ricorrendo al molto più rassicurante piano b, però ora posso dire di essere capace di farmi una pettinatura carina per una serata importante oppure qualcosa di più semplice per un pomeriggio in torteria con le amiche. I corsi hanno prezzi molto corretti (e per una fanciulla dall'animo vintage potrebbero essere un regalo di Natale molto apprezzato!) e spaziano dagli anni '20 agli anni '60. Tutte le informazioni sono sul sito della Honky Tonk School 
Questa è anche l'ultima volta che mi vedete con i capelli lunghi, almeno per un po': dopo lunghe esitazioni, ieri pomeriggio ho detto addio a ben 30 centimetri di chioma. Basta doppie punte :) Ora sono sanissimi, leggeri e molto anni sessanta, quindi a gennaio nuovo corso per imparare nuove acconciature, prometto che vi racconterò tutto! 










Thursday, December 12, 2013

Last months through instagram

 braids and whiskers
trecce e vibrisse

vintage Grazia peeking out the shelf, Miss Turin 1948 after my passage, delicious tea and tisane at Melissa (most beautiful 
herbalist shop ever) and my favorite recipe to make the house smell like Christmas 
una vecchia copia di Grazia che fa capolino da una mensola, Miss Torino 1948 dopo il passaggio di Rosaspina, le tisane di Melissa (l'erboristeria
con salotto più bella del mondo) e una ricetta a base di arance, limoni, mandarini, cannella e chiodi di garofano per profumare la casa

leaves at the Valentino park
foglie al parco del Valentino 

a walk in the olive grove wearing my blue Briar Rose pinafore , driving a vintage fiat 500 in Tuscany, Florence, the hills of Chianti
passeggiata nell'oliveto col mio vestitino Briar Rose blu, gita in 500, Firenze, le colline del Chianti

Lana's favorite spot
l'angolino preferito di Lana

freshly punched tags for the shop: to each garment its own Rosaspina
etichette appena sfornate per il negozio: ad ogni vestitino la sua Rosaspina

Alf's homemade tart, autumn flowers in my hair and a soft wool hat by Atelier Carlotta Sadino, my latest naughtiness at the Orla Kiely Covent Garden store: 60s perfection!
la crostata fatta in casa di Alf , l'autunno tra i capelli e un cappello di lana morbida, entrambi di Atelier Carlotta Sadinoil mio ultimo danno da Orla Kiely 
(che in questo momento è in saldo da zalando e potete togliere un ulteriore 10% con il codice sconto che trovate qui, yuppi!)

 missing tap dancing
 nostalgia di tip tap


pretty dresses and yummy desserts at Liù, restaurant avec boutique
graziosi vestitini e dolci da leccarsi i baffi da Liù,  ristorante piemontese-francese con boutique in via Barbaroux

Saturday, December 7, 2013

Thrifting


In the weekends before Christmas there's nothing that I like better than to wrap myself in a big soft scarf, hop on a tram and meet my friends at the vintage fair, looking for that special gift under piles of old stuff. Finding shelter in our favorite coffee place with a hot chocolate and a slice of cake while everyone outside run like mad to buy their presents, and then exploring those tiny hidden antique shops which smell like candied oranges, filled with rare books, the most delicate glass brooches, travel turntables, precious boxes, folding top hats, 1920s night gowns embellished with swan feathers (!) and post war typewriters with unfinished letters still inside. To me, finding forgotten treasures full of memories and giving them a whole new life that starts under a special someone's Christmas tree is just so sweet. 
These photographs, which I took around London, Turin, Rome and Venice, can tell you some of my latest thrifting adventures.
*
Nei weekend che precedono Natale non c'è niente di più bello di avvolgersi in una grande sciarpa, prendere il tram e andare con le amiche in cerca di quel regalo un po' speciale tra le bancarelle della fiera del vintage in centro, chiacchierare con calma davanti a una cioccolata calda e una fetta di torta mentre fuori tutti corrono come matti e poi entrare in quelle piccole boutique nascoste che profumano di arance candite e sono stracolme di vecchi libri, delicate spille di vetro, giradischi da viaggio, scatole antiche, cappelli a cilindro che si ripiegano su se stessi, sottovesti di seta degli anni '20 decorate con piume di cigno (!) e macchine da scrivere del dopoguerra con ancora dentro lettere non finite. Scoprire vecchi tesori pieni di polvere e ricordi e dargli una vita tutta nuova che inizia sotto l'albero di una persona cara per me è una cosa dolcissima. Queste fotografie, che ho scattato a Londra, Torino, Roma e Venezia, raccontano alcune delle mie ultime avventure.



















Vintage Emporium, London - Epoca, Torino - Via del Governo Vecchio, Roma - Segalin, Venezia
all images photographed by me.
(ciao Cécile, Osvaldo e Alex )

Sunday, December 1, 2013

December sale ♡ 15% off the shop!


Happy 1st of December everyone! 
To celebrate this festive month everything in the SHOP is on sale for 24 hours only.
Enter the code 'DECEMBER15' when checking out and get 15% off your entire order!
*
Buon primo Dicembre a tutti!
Per festeggiare questo mese di festa, tutti i capi dello SHOP saranno in saldo per 24 ore.
Inserite il codice 'DECEMBER15' al checkout per ottenere uno sconto del 15% su tutto il vostro ordine!

Wednesday, November 27, 2013

Villa Le Piazzole


I promised I would have told you about the beautiful XVI century villa where we've been invited to stay at during our Tuscan weekend, so here I am happily singing in the rain in its enchanted gardens. After a glorious day of driving around the hills of Chianti on our little vintage car, walking through olive groves and enjoying local deliciousness, sadly the sunshine decided to leave us in exchange of clouds and a bit of rain. But a gal who has lived in Ireland for several years doesn't let herself be intimidated by some drizzle, especially when in such a charming place ready to be discovered. 
Villa Le Piazzole, which has now been restored and transformed into a residence and bed & breakfast, is located on top of the Arcetri hill and, despite being so close to Florence, it's completely surrounded by the countryside and offers a lovely peace and fresh air. Alf and I often got lost while exploring its vineyards, the elegant halls, the terrace, the old little amphitheater and even a pool area which in summer hosts adorable picnics with the Cinquecentos in perfect 60s italian style. The rooms and apartments inside were just as stunning with a true ancient feel to them: ours even had a four-poster bed with brocade curtains and large windows with a delightful view of the valley, I literally had to pinch my arm to make sure I wasn't dreaming. But my very favorite thing was definitely the front garden, with its hedge labyrinth, the cypresses and the rows of statues painted by musk. I really look forward to visit it again when summer comes.
*
Avevo promesso che vi avrei raccontato della splendida villa seicentesca che ci ha gentilmente ospitati durante il nostro weekend in Toscana, ed eccomi qui, cantando sotto la pioggia nei suoi giardini di melograno. Alla fine della giornata, dopo aver sfrecciato a bordo delle nostre macchinine nelle colline del Chianti, passeggiato negli oliveti ed esserci rifocillati con leccornie locali, il sole ha deciso di abbandonarci definitivamente, ma una fanciulla che ha vissuto per anni in Irlanda non si fa certo intimidire da qualche gocciolina, soprattutto se si trova in un luogo così affascinante tutto da scoprire. La villa Le Piazzole, che oggi è stata restaurata e convertita in residence e bed & breakfast, si trova sulla collina di Arcetri e pur essendo a pochi minuti da Firenze, è completamente circondata dalla campagna e gode di una quiete meravigliosa ed aria pulita. Io ed Alf ci siamo persi più volte esplorando le sue vigne, le eleganti sale interne, la terrazza sui colli, il piccolo anfiteatro antico e persino una piscina con vista mozzafiato sulla valle, che in estate ospita adorabili picnic retrò con le Cinquecento. Le camere all'interno erano una più bella dell'altra, spaziose e con un'atmosfera fuori dal tempo: la nostra stanza dai soffitti in legno aveva addirittura un letto a baldacchino e tre ampie finestre che si affacciavano sulla vallata, ho dovuto pizzicarmi il braccio più volte per essere certa che non stessi sognando. Ma la cosa che più mi ha affascinata è stato senza dubbio il giardino all'italiana, con quel labirinto di siepi, i cipressi e le file di statue colorate dal muschio. Non vedo l'ora di tornare a visitarlo la prossima estate.




















wearing: Rosaspina Vintage Briar Rose pinafore in Duck print | Orla Kiely coat and blouse Vintage The Bridge handbag Vintage shoes
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...