Saturday, April 27, 2013

Our handmade collection


Once upon a time, there was a little girl who spent her entire days drawing. Her greatest love was animation, but before being able to understand that it might have become her future job for real, she used to say that when she grew up she wanted to be a fashion designer. My grandmother still keeps the booklets I made while spending my summer holidays in her house in Sicily: she is an exceptional seamstress and whenever she was at her sewing table I would sit next to her, drawing little fantasy collections (the hidden message was actually "granny, pleeease make me ALL these dresses!"). And in those drawings you could find full skirts, pretty collars, bows and romantic frocks cinched at the waist...
A few months ago, after having deeply enjoyed working with my mom on my wedding dress, I decided that it was time to make that dream come true and we joined forces once again to create a vintage inspired clothing collection. I designed the garments and my mom brought them to life, using uniquely 1950s and 1960s fabrics from my grandmother's handsome archive. Three generations for one dream that I literally couldn't wait to share with you.
Our collection will feature limited edition and mostly one of a kind numbers, we decided not to go for a serial production in order to keep our project a little more precious, but making sure that for every size there is going to be something special and unique. The online shop will open very soon, in the meantime here is a peek at the work in progress and the link to our facebook page. I hope you'll love it as much as we do!
*
C'era una volta una bambina che passava le sue giornate a disegnare, il suo più grande amore erano i cartoni animati, ma prima di capire che avrebbe potuto farlo davvero come professione, nei temi a scuola scriveva che da grande avrebbe voluto fare la stilista. Mia nonna conserva ancora dei librini che confezionavo quando trascorrevo le vacanze estive a casa sua: lei è una sarta eccezionale e quando cuciva io restavo seduta accanto a lei disegnando delle vere e proprie piccole collezioni (il messaggio sottile in realtà era "nonna ti prego fammi TUTTI questi vestiti"). E in quei disegni c'erano gonne a ruota, graziosi colletti, fiocchi ed abiti romantici stretti in vita da cinture...
Qualche mese fa, proprio dopo la splendida esperienza di aver lavorato insieme a mia madre al mio abito da sposa, ho deciso che era ora che quel sogno uscisse dal cassetto ed insieme abbiamo creato una collezione di abiti tutta retrò. Io ho disegnato i modelli e la mamma li ha realizzati a mano, utilizzando tessuti degli anni '50 e '60 provenienti dagli archivi della nonna. Tre generazioni per un unico sogno, che non vedevo l'ora di condividere con voi.
Sarà una collezione piccolina e come una volta, che proprio per l'uso esclusivo di tessuti vintage presenterà principalmente capi a tiratura limitatissima: per mantenere prezioso il nostro progetto abbiamo deciso di non farne una produzione seriale, ma ogni taglia potrà trovare qualcosa di speciale ed unico. Il negozio online aprirà molto presto, nel frattempo ecco qualche scatto dietro le quinte ed il link alla pagina facebook
















Sunday, April 21, 2013

Teenage life in the 1940s

all pictures from LIFE - photographed by Nina Leen

I've always found life in the 1940s incredibly charming and even with the war pending I wish I could live even just one day as a teenager of that era. The clothing style, the dance moves, the afternoons spent at the records store listening to new hits or at the soda shop, the jalopy cars that boys learnt to fix up and proudly drove to take their dates to the movies, the school lessons where you could learn sewing, laundry, cooking and beauty secrets. To make sure my bangs stay in shape I always keep a little comb in my bag, but look at the teenage gal in the first picture, wearing saddle shoes and bobby sox, with her comb slipped in one of the cuffs! Way cooler. (Tulsa, OK, July 1947)
*
Sono sempre stata particolarmente affascinata dalla vita negli anni '40 e, nonostante la guerra, mi trovo spesso a sognare di vivere anche solo un giorno come un'adolescente di quell'epoca. Gli abiti che sceglievano, i balli con gli amici, i pomeriggi trascorsi nei negozi di dischi ad ascoltare gli ultimi successi o a sorseggiare frullati, le vecchie macchine che i ragazzini imparavano a riparare e con cui portavano le loro fidanzatine al cinema, le lezioni di economia domestica a scuola in cui si imparava a cucire, fare il bucato, cucinare ed essere sempre carine e in ordine. Per essere sicura che la mia frangia sia a posto io tengo sempre un piccolo pettine nella borsetta, ma date un'occhiata alla ragazza della prima foto, con le oxford bicolore e il pettine infilato in uno dei calzini! Ah, quanto stile. (Tulsa, OK, Luglio 1947)

Having nail polishes touches added to her perfectly lovely pair of cat eye sunglasses. Tulsa, OK, July 1947.
*
Tocchi di smalto per aggiungere personalità a un paio di occhiali da sole già fantastici. Tulsa, OK, Luglio 1947.

St. Louis girl in the middle of a phone war. Webster Groves, MO, 1944 
*
Ragazzina di St.Louis nel bel mezzo di una guerra per aggiudicarsi il telefono. Webster Groves, MO, 1944.

Using clear nail polish to hold up her socks, so smart! Saint Louis, MO, December 1944.
*
Usare lo smalto trasparente per tenere su i calzini. Questa me la segno. St Louis, MO, Dicembre 1944.

Young Pat Woodruff pondering homework while listening to the radio in the living room. Reminds me of someone. Webster Groves, MO, 1944.
*
Una giovane Pat Woodruff che studia mentre ascolta la radio in salotto. Mi ricorda qualcuno. Webster Groves, MO, 1944.

Six young gals re-enacting solemn, secret initiation ritual by candlelightWebster Groves, MO, 1944.
*
Una seduta spiritica a lume di candela. Webster Groves, MO, 1944.

Wrist covered with six different engraved identification bracelet which were as popular as the milk shake she is enjoying at soda fountain. Webster Groves, MO, 1944.
*
Tra le tendenze di quegli anni vi era apparentemente indossare braccialetti con incisioni uno sull'altro e sorseggiare milkshake. Webster Groves, MO, 1944.

Young couples holding hands while watching a movie. Saint Louis, MO, December 1944.
*
Giovani piccioncini che si tengono per mano al cinema. St Louis, MO, Dicembre 1944.

Group of teenagers listening to the latest hits at a record store, I wish I knew which vinyl they were listening to. Webster Groves, MO, 1944.
*
Teenagers che ascoltano gli ultimi successi al negozio di dischi, quanto vorrei poter sentire anch'io la canzone che stanno ascoltando. Webster Groves, MO, 1944.

Cruising with the boys. Saint Louis, MO, December 1944.
*
In macchina coi fidanzati. St Louis, MO, Dicembre 1944.

Wednesday, April 17, 2013

Winter's end


It was still pretty cold outside when we took these pictures in the park, but that beautiful sunshine was a clear sign that spring was finally ready to bloom. In the past few days I happily stored all my winter coats (included the 1940s number below, I'm going to miss that beautiful collar!), made room for brighter shoes, enjoyed long walks and started making homemade gelato again, I truly couldn't feel better! Also because there is a big surprise we've been working on very hard lately that I simply can't wait to share with you, I promise I'll tell you more in the next few days... :)
The dress I'm wearing is a gift from my lovely friend Dasha, aka Mrs. Pomeranz. I'm pretty sure many of you are already familiar with her designs and I wrote a raving post a couple years ago when I stumbled upon her etsy shop for the first time. I'm lucky to own a few pieces from her past collections and I can tell that all her garments all made in the highest quality fabrics with great attention to detail, they're so ladylike yet easy to wear everyday. And she sure knows me well, because I fell madly in love with this dress the moment I slipped it on. 
And since it's Dasha's birthday today, she would also be happy to offer for a week a 10% discount on all ready-to-wear dresses in her Dawanda shop and 7% off on all the custom made dresses on the Etsy boutique. Happy birthday ;)
*
Faceva ancora piuttosto freddo quando abbiamo fatto queste foto nel parco, ma quel sole e quel profumo nell'aria erano un chiaro segno che la primavera era pronta per sbocciare. Negli ultimi giorni ho messo volentieri via i capi invernali (incluso questo meraviglioso cappotto degli anni '40, quel colletto mi mancherà un po'!), fatto spazio alle scarpe dai colori tenui e alle borse di tela, passeggiato a lungo e ricominciato a preparare il gelato fatto in casa, davvero non potrei sentirmi piu' carica! Anche perche' c'è una certa 'sorpresa' a cui abbiamo lavorato molto ultimamente che non vedo l'ora di condividere con voi, prometto che vi dirò di più nei prossimi giorni... :)
L'abito che indosso in queste foto è un regalo della mia amica Dasha, aka Mrs. Pomeranz, che mi conosce molto bene perche' appena l'ho provato me ne sono subito innamorata. Sono certa che molte di voi si ricorderanno delle sue collezioni retrò, quando io scoprii il suo etsy shop per la prima volta ne rimasi letteralmente incantata. Da allora alcuni suoi abiti si sono inevitabilmente aggiunti al mio guardaroba, e posso dire che ognuno di essi è realizzato con tessuti di altissima qualità, attenzione al dettaglio ed hanno un disegno elegante ma allo stesso tempo facile da indossare tutti i giorni. 
E visto che oggi e' il compleanno di Dasha, lei sarà felice di offrirvi per una settimana il 10% di sconto su tutti gli abiti ready-to-wear nel negozio Dawanda e il 7% su tutti gli abiti su misura nella sua boutique Etsy. Tanti auguri ;)









coat: vintage via Dear Golden | necklace: vintage | dress: c/o Mrs Pomeranz shoes: Clarks| bag: handmade

Friday, April 12, 2013

Pretend outfits for pretend Spring


I can imagine this outfit brightening up a rainy afternoon, under a cute transparent umbrella, while I'm going to visit the museum of natural science in my town.
1. Toast coat - 2. vintage necklace - 3. Camper shoes - 4. Sessun dress
*
Questo outfit rallegrerebbe di certo un pomeriggio sotto la pioggia, lo immagino con un bell'ombrellino trasparente, per andare a visitare il museo di scienze naturali della mia città.
1. soprabito Toast - 2. ciondolo vintage - 3. scarpe Camper - 4. abito Sessun


Sunday picnic basking in the warm sun, by the lake, with lots of yummies and homemade lemonade. Add a '50s bike with fresh hydrangeas in the basket and I'm ready to go! 
1. COS shorts - 2. vintage sweater - 3. vintage Ferragamo - 4. Max&co belt
*
Picnic domenicale sotto un sole caldo, in riva al lago, con un sacco di cosine buone da mangiare e limonata fatta in casa. Aggiungiamoci una bicicletta anni '50 con ortensie fresche nel cestino e parto subito! 
1. shorts COS - 2. maglioncino vintage - 3. ballerine Ferragamo vintage - 4. cintura Max&co
Ladies date, 4 o'clock gelato and off to the movies! 
1. Orla Kiely skirt - 2. Super sunglasses - 3. Marc by Marc Jacobs bag - 4. Moschino sweater (sigh!) - 5. Seychelles shoes 
*
Pomeriggio con le amiche, gelato delle 4 del pomeriggio e via al cinema!
1. gonna Orla Kiely - 2. occhiali da sole Super - 3. borsetta Marc by Marc Jacobs - 4. maglioncino Moschino (sigh!) - 5. decolletes Seychelles

Saturday, April 6, 2013

Choo choo!


All aboard! Last monday Alf and I decided to spend the last bit of our Easter holidays on a 1911 slow steam locomotive, it was truly one of my best days this year! From Turin to Bra, a lovely little village surrounded by the hills, traveling as if we were back in the old days, when taking a train was still an adventure and you could take the time to admire the beautiful landscapes of your country. And even if more than a hundred years have passed, I sort of felt like home, looking at the nature through the linen curtains, comfortably sit on that wooden bench with my granny coat on and my favorite old purse on my lap.
*
In carrozza! Lo scorso lunedì io, Alf e un paio di amici abbiamo pensato di trascorrere la Pasquetta facendo una gita su un treno a vapore del 1911, è stata una giornata divertentissima! Dalla stazione di Torino a Bra, delizioso paesino tra le Langhe e il Roero, un viaggio d'altri tempi tra sbuffi di vapore e cigolii dei freni sulle rotaie. E nonostante sia passato più di un secolo, su quel trenino mi sentivo come a casa, guardando il paesaggio attraverso le tende di lino, seduta su quella panca di legno col mio cappottino da nonna e la borsetta sulle ginocchia.









 photographs taken by myself and Alf with a 1970s Nikon FE

coat: Orla Kiely |dress: vintage shoes: vintage Ferragamo
bag: vintage | gloves: vintage

Wednesday, April 3, 2013

Chie Mihara Giveaway! ➸ CLOSED


If you've been reading this blog for a while, you'll know that I'm a huge fan of Chie Mihara. I fell in love with her collections ever since I was introduced to her amazingly comfortable shoes back in 2009 (Geneviève it's all your fault!), and I adore practically everything this woman creates. So I was over the moon when a few days ago I found a pretty little email from the lady herself popping up in my inbox! At first I thought I was just daydreaming, but she actually said thank you for supporting her work with my words and photographs season by season and was very glad to offer a giveaway exclusively for you lovely readers! Knowing that she reads the blog from time to time definitely put a big smile on my face, and with a bit of luck one of you will be even able to choose a pair of shoes, sandals or boots of her choice!
To enter the giveaway: 
- visit the Chie Mihara store and leave a quick comment here telling me which are your favorite shoes and how I can get in touch if you win. 
- if you fancy leaving more comments, followers of this blog (via GFC or Bloglovin') and the Chie Mihara facebook page will get extra entries!
- the winner will be chosen at random on the 12th of April. Good luck!


Thank you Chie and your adorable team 
*
Se leggete questo blog da un po' di tempo, vi sarete accorte di quanto adori Chie Mihara. Mi sono subito innamorata delle sue collezioni quando nel 2009 la mia amica Geneviève mi ha parlato per la prima volta delle sue scarpe comodissime, e da allora vorrei poter avere praticamente ogni cosa che questa donna crea. Così immaginate la mia espressione quando, qualche giorno fa, ho trovato nella mia posta una letterina adorabile firmata proprio da miss Chie. All'inizio ho pensato fosse uno dei miei soliti sogni ad occhi aperti, e invece era proprio lei, che con gentilezza mi ringraziava per le parole, il supporto e le fotografie che appaiono su queste pagine stagione dopo stagione, e per questo motivo ha deciso di offrire un giveaway esclusivo, solo per voi lettrici! Sapere che lei legge questo blog di tanto in tanto mi ha decisamente regalato un grande sorriso, ed ora con un po' di fortuna una di voi avra' persino la possibilità di vincere un paio di scarpe, sandali o stivali a sua scelta!
Per partecipare al giveaway:
- visitate lo shop online di Chie Mihara e lasciate un commento qui, scrivendomi quali siano le vostre scarpe preferite e un vostro contatto. 
- se vi va di aumentare le vostre chance di vincere, seguendo la pagina facebook di Chie Mihara, potrete lasciare 2 commenti.
- la vincitrice sarà estratta il 12 di Aprile. In bocca al lupo!


Un Grazie speciale a Chie e al suo adorabile team 








And the winner is... Sarah Alice!!! Congratulations, dear :)
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...