Sunday, September 29, 2013

An afternoon at the Colosseum


I've had the pleasure of visiting Rome quite often in the past few years, but this was the very first time I stepped inside the Colosseum and it was unexpectedly magical. Walking through the arched entrances and through the ancient corridors, finding myself all of a sudden inside the arena and in front of such a breathtaking view was a very strange feeling indeed. For a moment, everything around me sort of disappeared and the tiers of seating were crowded with thousands of spectators cheering for gladiators, historical re-enactments and sea battles... can you picture the place being completely flooded? For how absurd and unquestionably cruel it could have been, it's easy to imagine how the story of such an enduring icon of Rome has captivated people for centuries. When I packed my suitcase I decided to take with me a roll of black and white film that I bought in New York last year, during our honeymoon. I saved it for a special occasion and I'm so happy that I've used it here, these pictures can describe better than any words the atmosphere of that early september afternoon.
*
Ho avuto il piacere di visitare Roma in diverse occasioni negli ultimi anni, ma questa era la prima volta che entravo all'interno del Colosseo ed è stato un momento inaspettatamente magico. Camminando oltre le imponenti arcate d'ingresso e lungo i suoi antichi corridoi, trovarsi tutto d'un tratto all'interno dell'arena di fronte una vista da mozzare il fiato è stata una sensazione strana che faccio fatica a descrivere. In un lampo, tutto intorno a me spariva e gli spalti si ricoprivano di folle esultanti tra comizi, gladiatori e battaglie navali... riuscite ad immaginare un luogo tanto grande completamente allagato? Per quanto assurdo e indiscutibilmente crudele, e' facile comprendere come la sua storia abbia affascinato l'umanità per secoli. Prima di partire avevo messo in valigia un rullino in bianco e nero che avevo comprato un anno fa a New York, durante il viaggio di nozze, e avevo tenuto da parte per un'occasione speciale. Sono felicissima di averlo usato qui, queste foto riescono a raccontane meglio di ogni parola l'atmosfera di quel pomeriggio di inizio settembre. 










Sunday, September 22, 2013

One Year.


It was exactly one year ago that Alf and I were driving a tiny cream Fiat 500 to get married in the hills of Turin. It was the most beautiful first day of Autumn I could ever dreamt of and words cannot express how thankful we are to everyone who came to share our day with us. Happy first anniversary to us!
*
Era proprio un anno fa che io e Alf sfrecciavamo per le colline del Monferrato in una vecchia Fiat 500 color crema, appena sposati. E' stato il più bel primo giorno d'Autunno che potessi sognare e le parole non basterebbero per descrivere l'emozione di avere accanto e nello stesso momento tutte le persone a cui vogliamo più bene. Buon primo anniversario a noi!


Thursday, September 19, 2013

LFW: Orla Kiely S/S 2014

all images photographed by me.
















It's no secret that I always look forward to Orla Kiely's whimsical presentations at London Fashion Week, the amazingly styled sets and the atmosphere created make them true pieces of art.
So you can easily imagine the excitement when a few days ago an invitation to her Spring/Summer presentation popped up in my mailbox, and my heart literally skipped a beat when I eventually stepped into the room to see a dream retro safari set before my eyes. 

This season the Orla girl is inspired by girl guides, brownies and Suzy Bishop: instant swoon! The collection features a muted palette with flashes of orange and 70s inspired silhouettes in a perfect balance between classy and playful: adorable knitted tops, skirts with oversized pockets, floaty organza frocks accompanied by curious animal shaped bags (raccoon purse, you'll be mine!) and a really lovely selection of high waisted printed shorts that I wish I could wear right now. The zebra and rhino patterns will definitely be in my wishlist next summer.

And I couldn't get over the beautiful models in those Anna Karina-esque berets and knee high socks, they were simply a joy to look at while catching butterflies, studying maps, inspecting insects in jars and reading old books along the tune of The Lion Sleeps Tonight. 
One detail that I always pay attention to each season are the shoes chosen to style the garments with. And I couldn't be happier, as this time they were part of an Orla Kiely x Clarks collaboration, available in stores from february next year - I already have a pair of red slingback mary janes in my favorites! 
Dear Orla, I was way too shy to say hi at the presentation, so if you are reading this, thank you for another wonderful collection to daydream with! x

*
Non è un segreto che l'evento che attendo con più curiosità durante le fashion week di Londra siano le presentazioni di Orla Kiely. Non si tratta mai di semplici sfilate, le atmosfere che riesce a creare con i suoi set allestiti con impeccabile cura e buon gusto, stagione dopo stagione, sono letteralmente delle piccole opere d'arte. Così vi lascio immaginare l'emozione che ho provato qualche giorno fa, quando un invito per la sua collezione Primavera/Estate 2014 si è materializzato nella mia cassetta delle lettere, e quando finalmente ho fatto ingresso in quella stanza, trasformata in un safari retrò da sogno.

Per questa stagione Orla ha tratto ispirazione dalle ragazze scout e Suzy Bishop di Moonrise Kingdom: accoppiata vincente in partenza! La collezione presenta una palette di colori neutri con qualche tocco di arancio e silhouette anni '70 in un perfetto equilibrio tra classe e dettagli inaspettati: adorabili maglioncini di cotone, gonne con tasche oversize, abitini di organza leggeri come nuvole accompagnati da deliziose borse a forma di animaletto (procione, sarai mio!) e una selezione di iperfemminili shorts a vita alta che vorrei tanto poter indossare subito. I pattern con la zebra e con il rinoceronte saranno sicuramente nella mia lista dei desideri la prossima estate. 

E le modelle erano semplicemente splendide in quei berretti alla Anna Karina e le calze traforate fino al ginocchio, intente ad acchiappare farfalle, studiare percorsi sulle mappe, esaminare insetti racchiusi in ampolle di vetro e leggere vecchi manuali sulle note di The Lion Sleeps Tonight.
Un dettaglio a cui faccio sempre attenzione sono le scarpe scelte per essere abbinate agli abiti, e non potevo esserne più contenta perchè stavolta erano parte di una collaborazione Orla Kiely x Clarks, disponibili nei negozi da febbraio: tra le mie preferite ci sono già un paio di bellissime ballerine rosse!
Cara Orla, ero decisamente troppo timida per passare a congratularmi alla presentazione, ma se per caso stessi leggendo, grazie per un'altra fantastica collezione su cui fantasticare nei prossimi mesi!










Wednesday, September 18, 2013

Roman Holiday


It's a bit strange to think that only a few days ago I was eating gelato on the Spanish Steps in Rome, admiring the most romantic views of the eternal city with my old film camera and now I'm back from another trip to London, last stop of my late summer holiday, with a cold. Little I imagined that for my first fashion week I would have had to fight against horizontal rain and cold winds! But I'll tell you about my british adventures later, now I'm just very glad that I ditched my wool coat and that it's still summer in my beloved Italy. 
*
E' strano pensare che solo qualche giorno fa prendevo il gelato sui gradini di Piazza di Spagna, ammirando gli angoli più romantici di Roma con la mia vecchia macchina fotografica, ed ora sono appena tornata da un nuovo viaggio a Londra, ultima tappa della mia tardiva estate, con un bel raffreddore. Non avrei mai immaginato che la mia prima fashion week sarebbe stata proprio quella londinese, così come non avevo messo in conto che avrei dovuto combattere contro pioggia orizzontale, freddo e grandine per portare a termine la mia missione! Ma vi racconterò presto, ora sono solo felicissima di aver riposto il cappotto nell'armadio ed aver ritrovato il sole caldo dell'Italia. 








dress: c/o Mrs Pomeranz | shoes: Vintage Ferragamo 'Vara'

Tuesday, September 17, 2013

Save the date!


Our Rosaspina Vintage autumn/winter collection will be released very soon and I just cannot wait to share it with you all. But if you wish to have a little peek, next monday I will present a special preview at Milano Fashion Week. There will be 1950s music, cocktails and refreshments served and even an hairstylist, so come on out and say hi!
*
Sopresa! La collezione autunno/inverno Rosaspina Vintage farà presto il suo ingresso nello shop online, ma se voleste dare una sbirciata, lunedì 23 settembre ne presenterò un'anteprima in esclusiva per Milano Fashion Week. Ci saranno musica d'altri tempi, un rinfresco e anche un hairstylist! Passate a trovarmi :)

Thursday, September 12, 2013

Sunset at Villa Borghese


Whenever coming back from a holiday I can't help but spending most of my days feeling all nostalgic, trying to stay focused on work but then starting to chew my pencil again and looking up at the ceiling for just a second is enough for my thoughts to fly away and reach those beautiful places. Ahh, Rome. A city that truly is a museum in itself, where every single brick is filled with history and any picture you may take will always look like a postcard. A place where you can find yourself standing in the middle of a square completely overwhelmed by the beauty of architecture at its best, or simply enchanted by the discovery of a precious little courtyard hidden behind the walls of an ancient building. A place where at the end of your day, you will appreciate the silence of a garden of pines and oaks looking out over the golden rooftops while the sun sets.
*
Ogni qualvolta torno da una vacanza, è inevitabile per me trascorrere le giornate con un grande senso di nostalgia. Mentre lavoro, inizio a mordicchiare distrattamente la matita e basta uno sguardo al soffitto perchè i pensieri in un attimo raggiungano quei posti lontani. Oggi quel posto era Roma. Una città che è letteralmente un museo a cielo aperto, dove ogni mattone è carico di storia ed ogni fotografia scattata somiglia ad una cartolina. Dove ci si può trovare fermi in mezzo alla strada ipnotizzati dalla maestosità di tanta arte, ma anche da quei preziosi scorci segreti nascosti tra le mura di palazzi secolari. Una città in cui ci si lascia travolgere dal ritmo frenetico della gente e poi ci si rifugia nel silenzio di un giardino che guarda tutto da lontano, tra il profumo dei pini, la brezza della sera ed il sole che tramonta.  





1950s top: Vintage | shorts+bag: Orla Kiely | 1920s heart locket: Vintage
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...