Saturday, May 31, 2014

1930s Fitness routine


My friends always love pointing out how there's not a moment during the day when I'm not eating something. They're totally right. Bus top: milk candies. Watching tv: taralli pugliesi. Waiting for my computer to render an animation: breadsticks with Nutella. Pasta is on my table every single day and the portion better be generous or you'll hear my rants for hours :) Every coffee has its little dessert, every cup of tea has its biscuits, cosy chocolate cake for winter, plenty of gelato for summer (with cream on top!) and I love baking, so let's just say that the word diet has never really settled well with me. Unfortunately metabolism change when you grow up and as much as I believe that retro curves are beautifully feminine, the only way for me to keep the situation under control without giving up on yummies is to do a lot of movement. So welcome swing dancing, rock'n'roll twirling, long walks and home workout! At the moment I'm following one of those dvd programs with simple everyday exercises, but a couple of days ago I stumbled upon this sweet little video from 1931 and it already became part of my routine. Let me introduce you to lovely Edit Mezey, hungarian physical culture expert who will show us how to keep fit with grace, a big smile and 2" heels!
*
Uno degli argomenti preferiti con cui gli amici adorano prendermi affettuosamente in giro, è il fatto che non esista orario della giornata in cui io non abbia qualcosa da smangiucchiare sotto mano. Hanno ragione. Fermata del tram: galatine. Guardo la tv: taralli pugliesi. Aspetto che il computer finisca un render: grissini e nutella. La pasta non manca mai sulla mia tavola e le porzioni devono essere ben abbondanti pena maledizioni, ogni caffè ha il suo dolcetto, ogni tè il suo biscottino, pastiglie Leone sempre presenti in borsa, d'inverno le merende con torte al cioccolato, d'estate gelati a rotazione (con la panna, è sottinteso), in più adoro cucinare, sfornare e sperimentare, così io e la parola dieta non siamo mai andate molto d'accordo. Purtroppo però il metabolismo con l'età cambia e, per quanto trovi le curve retrò estremamente femminili, l'unico modo per tenere la situazione sotto controllo senza rinunciare a niente è muovermi il più possibile, quindi: tanto swing, tanto rock'n'roll, lunghe camminate e un sacco di ginnastica in casa. Al momento sto seguendo uno di quei programmi americani tamarrissimi in dvd con esercizi semplici da fare quotidianamente, ma qualche giorno fa mi sono imbattuta in questo video del 1931 ed è già entrato ufficialmente nella mia routine. Vi presento Edit Mezey, adorabile ungherese esperta di fitness che ci mostra come si possa fare movimento con grazia, un gran sorriso e addirittura scarpe col tacco!









click to start the workout ♡

Wednesday, May 28, 2014

Back


I'm back from my little holiday far away from the web, even though I wouldn't exactly call it a holiday. We've been a bit under the weather lately as some weeks ago, while cuddling Julius before going to bed, I suddenly felt a lump under his neck and well, if you know me you can imagine how everything just turned to gloom as bad thoughts started to creep in. Thank goodness the surgery went well and a couple of days ago we received the test results: it was luckily a benign tumor made of adipose tissue. My little fatty! So yeah, this month was a tough one and basically all of our projects fell out of the window, but we're all back on track now, Julius happily said goodbye to his elizabethan collar (thanks to my sewing "impromptu project" ;) and it's all that matters!
*
Sono tornata dalla mia vacanza lontana dal web, anche se a dirla tutta, tanto vacanza poi non è stata. Qualche settimana fa, mentre pacioccavo Julius prima di andare a letto, mi sono accorta di una sporgenza piuttosto brutta sulla sua schiena e, conoscendomi, potete immaginare come da lì sia iniziato il dramma della mammagattara. Grazie al cielo l'operazione si è risolta molto bene e un paio di giorni fa gli esami istologici ci hanno tranquillizzati del fatto che si trattasse solo di un lipoma. Gattociccione! Insomma, è stato un mese che ci ha messi a durissima prova e che ha fatto finire in standby qualsiasi progetto, ma ora ci siamo tutti ripresi, Julius ha detto finalmente addio al collare di Elisabetta (grazie soprattutto ai miei progressi nel "cucito creativo" ;) e tutto il resto verrà da sé!
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...